FAQs Page - Useful Pages - INFINITY MAKE UP

  Home/Faq

Domande e Risposte Frequenti

Il trucco semipermanente è conosciuto in Italia con nomi e terminologie differenti: make up permanente, make up semipermanente, tatuaggio permanente, tatuaggio semipermanente, tattoo semipermanente, etc.

Sebbene la terminologia di uso corrente sia quella di “trucco semipermanente” essa è da considerarsi scorretta e fuorviante in relazione alla durata degli effetti di questa procedura.

La definizione corretta è quella di make up permanente o trucco permanente. Questa definizione, infatti, viene accolta sia da autorevoli organizzazioni professionali del settore sia a livello giuridico dalla risoluzione del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa adottata il 20 febbraio 2008.

Importante: di conseguenza, l’impiego dell’espressione “trucco semipermanente” ed equivalenti nel presente testo viene effettuato non a fini descrittivi degli effetti della procedura, ma per mera convenzione linguistica invalsa nel lessico comune.


  • Quanto dura il make up permanente?Open or Close

    Come qualunque colorazione, i pigmenti tendono a sbiadire nel tempo e progressivamente ad attenuare la loro intensità. La loro durata varia da soggetto a soggetto in relazione allo stile di vita (esposizione al sole), colore/i usato/i e l’applicazione di prodotti ad uso topico per la pelle (ad es. retinoidi).

    Tuttavia non scompaiono del tutto e rimangono nella sede dell’impianto per un tempo indeterminato. E’ fondamentale comprendere che i suoi effetti, contrariamente alla definizione comune di questa procedura, non sono temporanei.

    Di conseguenza deve ritenersi che il tatuaggio cosmetico ha durata permanete.

  • Quali vantaggi si possono ottenere con il make up semipermanente?Open or Close

    Il trucco semipermanente viene impiegato in campo cosmetico ed in quello medico, a prescindere dal sesso e dall'età del soggetto su cui viene effettuato.

    L’effetto desiderato viene ottenuto dosando sapientemente le componenti della forma, della tonalità del colore e della quantità di pigmento utilizzato.

    In campo cosmetico, il trucco semipermanente consente di ottenere un generale miglioramento delle caratteristiche più espressive del viso, in particolare degli occhi, della bocca e delle sopracciglia, donando loro maggiore definizione ed intensità.

    Gli effetti variano enormemente in relazione ai desideri del cliente. Si può ottenere un effetto assolutamente naturale e pressochè invisibile, che può essere impiegato proficuamente ed efficacemente anche per l’estetica maschile, oppure si può ottenere una applicazione che imita il make-up.

    In particolare, possono beneficiare del trucco permanente sotto questo profilo:

    le donne che desiderano avere sempre un aspetto curato in qualsiasi momento della giornata, risparmiando tempo nell’applicazione o nel ritocco del make-up; il trucco semipermanente può affiancarsi o sostituire l’applicazione di diversi cosmetici, a seconda delle esigenze e dei gusti del cliente le donne che fanno sport e che conducono una vita attiva che mal si concilia con l’applicazione dei cosmetici: grazie al trucco semipermanente potranno mantenere l’aspetto curato offerto dai cosmetici anche durante queste attività senza doversi preoccupare che i prodotti si degradino per l’attività o dovendo rinunciare ad indossarli le donne che non possono indossare cosmetici o che vengono fortemente limitate nel farlo a causa di problemi allergici ai loro componenti: il trucco semipermanente utilizza dei pigmenti che sono testati per essere ipoallergenici ed in ogni caso, nel caso in cui il cliente manifesti problemi in tal senso, è possibile verificarne la tollerabilità prima dell’applicazione con una apposita prova che garantisca la sicurezza del trattamento le donne che a causa di difficoltà visive o di altra natura risultino ostacolate od impossibilitate nell’applicazione dei cosmetici tradizionali: come osservato sopra, grazie a questa metodica esse potranno ottenere un effetto equivalente a numerosi cosmetici tradizionali gli uomini che intendono migliorare la definizione e le caratteristiche del loro volto in modo assolutamente naturale e pressochè invisibile, senza che l’applicazione del trattamento simuli il make-up femminile ma al solo scopo di valorizzare ed enfatizzare le caratteristiche della identità maschile coloro che hanno già effettuato un trattamento di trucco semipermanente e che non hanno raggiunto i risultati desiderati: il trucco semipermanente, nelle mani di un operatore esperto, consente margini anche significativi di miglioramento senza necessità di doversi sottoporre ad un rimozione laser dello stesso.

    Il trucco semipermanente viene usato con profitto in campo medico, ad esempio nella ripigmentazione dell’areola mammaria, delle cicatrice derivanti da traumi o da interventi chirurgici, per coprire le macchie bianche derivanti dalla vitiligine.

    In particolare, possono beneficiare del trucco permanente sotto questo profilo:

    - coloro che hanno subito cicatrici a seguito di un incidente o un intervento chirurgico
    - le donne sottoposte a chirurgia del seno per ricostruire e/o migliorare la zona dell’areola mammaria
    - coloro che soffrono di vitiligine per coprire chiazze bianche.

  • Quali tipi di tatuaggio permanente si possono fare?Open or Close

    I trattamenti che vengono eseguiti attraverso questa metodica sono i seguenti:

    - Sopracciglia
    - Occhi: Eyeliner e infoltimento ciglia
    - Labbra: Lip Liner, Lip Blush e Full Lip Color
    - Uomini
    - Medicali

  • Il tattoo semipermanente è sicuro? Che rischi si corrono?Open or Close

    Il trucco semipermanente se eseguito con apparecchiatura adeguatamente sterile ed in un ambiente idoneo è sicuro dal punto di vista infettivologico.

    Il CDC – Center for Desease statunitense, una delle organizzazioni mondiali più accreditate nello studio e nella prevenzioni delle malattie infettive, ha dichiarato che i tatuaggi non hanno avuto incidenza nella diffusione e nella trasmissione dell’HIV e dell’epatite.

    Se i dispositivi impiegati sono sterili e se l’ambiente nel quale viene eseguito il trattamento non presenta contaminanti, il rischio di contrarre infezioni è remoto. Ricorrendo le seguente condizioni, quindi, la procedura garantisce un elevato standard di sicurezza:

    - uso di aghi e pigmenti sterili, in confezioni sigillate e monouso per ciascun cliente
    - uso di camice e di guanti usa e getta per ciascun cliente
    - copertura del lettino sul quale viene effettuato il tatuaggio con materiale usa e getta per ciascun cliente
    - ambiente di lavoro pulito e privo di contaminanti

  • Quali precauzioni bisogna seguire dopo l'esecuzione del trucco semipermanente?Open or Close

    Le normali attività possono essere riprese subito dopo l’esecuzione del trattamento.

    Per il resto valgono le seguenti indicazioni:

    - applicare ghiaccio ad intervalli subito dopo l’esecuzione del tatuaggio nelle zone trattate per le due ore successive: questo serve a ridurre al minimo la formazione di edema;

    - nel caso in cui il tatuaggio riguardi la zona degli occhi, si può utilizzare un collirio lenitivo da banco dopo l’esecuzione del tatuaggio e nei 3-5 giorni successivi;

    - nel caso in cui il tatuaggio riguardi la zona degli occhi, astenersi dall'indossare lenti a contatto nei due giorni successivi all'esecuzione del tatuaggio;

    - applicare una pomata a base di vitamina A e D/Burro di Karitè puro nei 7-10 giorni successivi al tatuaggio per facilitare il processo di riparazione della pelle;

    - evitare l'esposizione solare o a lampade abbronzanti per almeno 10 giorni dopo l'intervento ed usare anche durante l'inverno ed in presenza di clima nuvoloso uno schermo solare ad alta protezione sulle zone trattate: i raggi ultravioletti possono infatti iperpigmentare la pelle nelle zone tatuate creando sgradevoli discromie, oltre a facilitare la riacutizzazione dell’herpes nei soggetti predisposti;

    - non staccare e non strofinare la pelle che tende a esfoliarsi naturalmente nè le croste che si formano: questo può determinare la perdita di colore del tatuaggio ed il rischio di formazioni di infezioni;

    - evitare bagni e la pratica del nuoto per circa 7-10 giorni dopo l'esecuzione del tatuaggio;

    - evitare di contaminare la zona trattata durante l'intero periodo di guarigione per evitare infezioni secondarie: non toccare la zona trattata con le mani non preventivamente disinfettate, non esporre la zona a polveri o altri agenti contaminanti, non sottoporre a trucco cosmetico le zone trattate, non idratare con sostanze alcoliche.

  • Che succede se il trucco semipermanente non mi piace? Lo posso correggere?Open or Close

    Il tatuaggio, per quanto realizzato a regola d'arte, può risultare non perfettamente identico a quello progettato in quanto è il risultato di una tecnica a mano libera.

    In questi casi, è quasi sempre modificabile senza problemi con uno più semplici ritocchi sino a raggiungere il risultato stabilito con l’operatore.

    Diverso è il caso in cui il trucco permanente viene eseguito da un altro operatore e il cliente richiede che venga corretto.

    I casi di insoddisfazione più ricorrenti sono: “è troppo scuro”, “è troppo grande”, e/o “è asimmetrico” e possono dipendere o da una cattiva comunicazione tra il cliente e l'operatore oppure da una imperizia di quest'ultimo.

    In queste ipotesi, la procedura è più complessa in quanto si tratta di un il risultato si basa sulla condizione del precedente impianto.

    Sebbene gli effetti del tatuaggio siano permanenti, un operatore esperto è molte volte in grado di correggere un precedente tatuaggio male eseguito. Trattamenti multipli sono spesso necessari.